Dietista, Dietologo o Nutrizionista. Quali sono le differenze?

Facciamo chiarezza sulle 3 figure abilitate a operare nel campo della nutrizione

Nutridoc logo
Pubblicato il 10 Luglio 2020
Redazione NutriDoc.it
Dietista, Dietologo o Nutrizionista. Quali sono le differenze?

Siamo costantemente bombardati da canoni di bellezza che ci fanno spesso sentire inadeguati e da campagne mediatiche e “diete del momento” che ci promettono una perdita di peso facile e veloce, spesso a scapito della nostra salute.

Ecco perché, quando si parla di alimentazione e nutrizione, è fondamentale rivolgersi ad un professionista che sia in grado di valutare la situazione attuale ed il fabbisogno energetico e nutritivo di ciascun individuo, tenendo conto dell’età, dello stile di vita, di eventuali patologie presenti e dei gusti personali. Solo così potremo ricevere uno schema alimentare o una dieta equilibrata che ci aiuti a raggiungere il nostro obiettivo (perdita, aumento o mantenimento del peso, ad esempio) senza compromettere gli equilibri biochimici che regolano il corretto funzionamento del nostro organismo.

Esistono diversi professionisti a cui possiamo affidarci per una consulenza di tipo alimentare: si tratta di tre figure apparentemente molto simili ma che hanno seguito percorsi formativi diversi e di conseguenza hanno acquisito competenze particolari.
Stiamo parlando del Dietista, del Dietologo e del Nutrizionista! Andiamo a vedere nel dettaglio le caratteristiche di ciascuno; spiegheremo inoltre come verificare che la persona a cui abbiamo deciso di rivolgerci sia effettivamente un professionista legittimo.

Dietista

Chi è il Dietista e quali competenze possiede?

Il Dietista è un operatore sanitario competente il cui profilo professionale e le cui competenze sono definite giuridicamente dal D.M. 744 del 1994.
In poche parole, si tratta di una figura professionale autorizzata ad elaborare, formulare ed attuare le diete prescritte dal medico ed a controllarne l’accettabilità da parte del paziente.

Quindi il Dietista, per elaborare una dieta grammata, avrà bisogno della prescrizione del medico con annessa diagnosi (se presente) e non potrà prescrivere farmaci, ma solo integratori. Potrà valutare lo stato di nutrizione e la composizione corporea del paziente ed elaborare una dieta personalizzata, studiata per i bisogni specifici dell’individuo in questione.

Il Dietista può operare nell’ambito della dietetica e della nutrizione clinica presso strutture sanitarie pubbliche o private e da libero professionista.
Oltre ad elaborare e a monitorare le diete prescritte dal medico per sportivi e/o persone sane o affette da malattie, collabora con altri professionisti sanitari ad un approccio multidisciplinare dei disturbi alimentari e della nutrizione artificiale, si occupa della qualità dei servizi di ristorazione collettiva e refezione (mense ospedaliere, aziendali, scolastiche) e può svolgere attività didattica, educativa ed informativa in campo di nutrizione ed alimentazione.

Qual è il percorso formativo per diventare Dietista?

Per diventare Diestista è necessario conseguire la Laurea di Primo Livello in Dietistica, che appartiene alla Classe Delle Lauree In Professioni Sanitarie Tecniche (L/SNT3). Si tratta di un corso di laurea teorico-pratico (prevede almeno 3 mila ore di tirocinio formativo) della durata di 3 anni, con obbligo di frequenza ed a numero chiuso, il cui accesso è programmato su base nazionale. L’esame finale ha valore di Esame di Stato abilitante all’esercizio della professione.

Il laureato in Dietistica potrà proseguire il suo percorso di studi, iscrivendosi alla Laurea Magistrale in Dietistica (LM/SNT3) o a Master Universitari di I livello e Corsi di Perfezionamento. Dopo aver acquisito la Laurea Magistrale potrà accedere anche ai Master di II Livello ed al Dottorato di Ricerca.

Come verificare che il professionista a cui desideriamo rivolgerci sia effettivamente un Dietista?

Attualmente è possibile verificare l’iscrizione all’albo dei Dietisti sul registro della Federazione Nazionale Ordini TSRM-PSTRP (dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica, delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione): https://webiscritti.tsrmweb.it/Public/RicercaIscritti.aspx

I profili di tutti i dietisti presenti su NutriDoc sono stati controllati manualmente dal nostro Staff, al fine di verificare la loro iscrizione all’Albo dei Dietisti.

Dietologo

Chi è il Dietologo e quali competenze possiede?

Tutti i laureati in Medicina e Chirurgia sono abilitati a svolgere la professione di Dietologo, previa specializzazione in Scienze dell’Alimentazione. In quanto medico, il Dietologo ha competenze che gli permettono di svolgere la valutazione clinica, la diagnosi del disturbo o della malattia, il trattamento e l’elaborazione (o prescrizione) di diete per fini terapeutici, cioè per tutelare la salute del paziente. Inoltre, può prescrivere integratori e farmaci, qualora fosse necessario.

La figura del Dietologo risulta particolarmente indicata per diagnosticare e curare condizioni come il diabete, l’obesità, i disturbi alimentari, ma può essere d’aiuto anche a persone sane che desiderino perdere peso.

Qual è il percorso formativo per diventare Dietologo?

Per diventare Dietologo è necessario completare il Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, un corso di laurea teorico-pratico, della durata di 6 anni, con obbligo di frequenza e a numero chiuso il cui accesso è programmato su base nazionale.
Per potersi iscrivere alla Scuola di Specializzazione in Scienze dell’Alimentazione, il laureato in Medicina e Chirurgia dovrà superare un test valutativo per l’esame di stato per l’abilitazione alla professione di Medico-Chirurgo (con conseguente Iscrizione all’Albo Professionale).

Come verificare che il professionista a cui desideriamo rivolgerci sia effettivamente un Dietologo?

Si possono verificare i titoli del Dietologo in questione consultando il registro della Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (https://portale.fnomceo.it/cerca-prof/index.php), su cui vengono specificate le qualifiche in possesso del Medico Chirurgo (iscrizione all’albo, lauree, abilitazioni, specializzazioni, master etc.).

dietologi presenti su NutriDoc, sono tutti medici iscritti a questo ordine, verificati manualmente dal nostro Staff.

Nutrizionista

Chi è il Nutrizionista e quali competenze possiede?

Ci sembra doveroso chiarire che il termine nutrizionista da solo, non rappresenta nessun titolo accademico. Di conseguenza non fa riferimento ad una specifica figura professionale, bensì ad un generico “operatore nel campo della nutrizione”, quindi è bene specificare sempre il titolo di studio in possesso del professionista.

Quando parliamo di nutrizionisti, ci riferiamo (nella maggior parte dei casi) al Biologo Nutrizionista. Secondo il Parere del Consiglio Superiore della Sanità, questa figura professionale in possesso della Laurea Magistrale ed iscritta all’Ordine dei Biologi (Sez. A), possiede una conoscenza approfondita degli alimenti a livello biochimico ed è in grado di valutare i fabbisogni energetici e nutritivi di persone sane e/o affette da determinate condizioni, già diagnosticate, che richiedono una corretta alimentazione.

Il Biologo Nutrizionista può elaborare autonomamente e proporre profili nutrizionali e diete con l’obiettivo di migliorare il benessere. Nel caso di pazienti affetti da patologie, il nutrizionista potrà formulare una dieta solo previa diagnosi ed accertamento delle condizioni fisio-patologiche da parte del medico: tale regime consentirà, insieme all’eventuale cura farmacologica prescritta dal medico, un miglioramento dello stato di benessere.

Questo professionista può consigliare l’utilizzo di integratori, supplementi alimentari e prodotti dietetici di libera vendita, ma non può prescrivere farmaci o fare diagnosi.

Inoltre, il Biologo Nutrizionista è legittimato all’elaborazione di diete anche per mense e servizi di refezione aziendali, di collettività, per sportivi ma anche in ospedali pubblici e privati, case di riposo etc., nel caso di condizioni patologiche già accertate.

Qual è il percorso formativo per diventare Biologo Nutrizionista?

Per diventare Biologo Nutrizionista è necessario superare l’Esame di Stato per ottenere l’iscrizione all’Ordine Nazionale dei Biologi (Sezione A). Possono accedere all’Esame di Stato i Laureati Magistrali in uno dei seguenti corsi di studio:
- Biologia
- Biotecnologie agrarie
- Biotecnologie industriali
- Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche
- Scienze della nutrizione umana
- Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio.

Costituiscono ulteriori titoli curriculari il conseguimento del diploma universitario di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione, di Master universitari e/o corsi di formazione. Il Biologo Nutrizionista in possesso del diploma universitario di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione può accedere ai concorsi per il S.S.N..

Come verificare che il professionista a cui desideriamo rivolgerci sia effettivamente un Nutrizionista?

È possibile verificare l’iscrizione del Biologo Nutrizionista in questione consultando l’Albo sul sito dell’Ordine Nazionale dei Biologi (ONB) all’indirizzo http://iscritti.onb.it/Site/ElencoIscritti/elencoIscritti.

Lo Staff di NutriDoc ha verificato che tutti i nutrizionisti presenti sul sito sono iscritti all’Ordine Nazionale dei Biologi.

Tirando le somme..

Come abbiamo visto, si tratta di tre figure professionali competenti in ambito di nutrizione ed alimentazione, che possono aiutarci a seguire uno stile di vita ed un regime alimentare adatto alle nostre esigenze.
È fondamentale affidarsi ad un professionista legittimo e preparato, verificandone i titoli e la formazione sugli appositi registri. In questo modo tuteleremo la nostra salute ed eviteremo di affidarci ad un abusivo o ad un ciarlatano: chiunque, privo delle competenze e delle abilitazioni normativamente richieste, prescriva diete e/o terapie alimentari rischia un’accusa per abuso di professione, reato punibile, secondo il Codice Penale, con la reclusione fino a 2 anni ed una multa compresa tra 10 e 50 mila euro.

Su NutriDoc, prima di pubblicare il profilo di un professionista, controlliamo manualmente il suo curriculum, verificandone competenze, qualifiche ed iscrizione all’albo della professione. È possibile consultare queste informazioni nella sezione “Abilitazioni” del Profilo del professionista, dove compare la sua iscrizione all’albo, con numero e data di iscrizione.

Per decidere a chi rivolgersi, oltre al titolo di studio conseguito, è consigliabile informarsi circa i successivi percorsi professionali e di formazione continua seguiti dai singoli professionisti e, perché no, considerare anche le esperienze e le recensioni di altri pazienti che si sono precedentemente rivolti al professionista in questione.