Modifiche salvate

Aumento peso nonostante dieta

Giulia (Roma)
9 Settembre 2022
6 Risposte

Buongiorno, sono una ragazza di 30 anni che non riesce a perdere peso nonostante dieta ipocalorica (prescritta dal nutrizionista). Spiego in breve la mia situazione: fino al 2019 pesavo sui 50-52 kg (sono alta 1.50m!), mangiando in maniera pulita e allenandomi, per il puro piacere di avere uno stile di vita sano, come è sempre stato. Improvvisamente inizio ad aumentare di peso, e contestualmente mi viene trovata una tiroidite autoimmune con un tsh però nella norma. L'endocrinologo che mi segue mi dice che inizialmente potrebbe esserci una variazione di peso, collegata al tsh che sale, ma che una volta stabilizzati i valori di questo avrei perso i chili acquisiti. Il tsh però non sale, rimane stabile (nonostante la tiroide disomogenea) e a salire è solo il mio peso... Tanto che oggi mi ritrovo a pesare 64 kg. Arrivata alla soglia dei 60, a settembre 2021, mi rivolgo a un dietista, pensando che se la mia alimentazione (già molto corretta: sono diabetica di tipo 1 dal 2000, per cui "so come si mangia"!) non mi stava aiutando, ma anzi, il contrario, forse uno specialista avrebbe potuto aiutarmi di più: magari sbagliavo qualcosa nelle combinazioni di cibo, o negli orari di assunzione... Ho pensato a tutto. Inizio così la mia dieta ipocalorica e oggi, quasi esattamente un anno dopo, mi ritrovo con altri 4/5 kg in più. Non so cosa fare: le mie analisi del sangue sono perfette (nel frattempo ho controllato gli altri ormoni!), l'aderenza alla dieta pure, ma io sono stanca e scoraggiata. Il dietista inizialmente mi diceva che ci sarebbe voluto qualche mese per vedere dei cambiamenti, perché non partendo da un grande sovrappeso e non proveniendo da una vita di "stravizi alimentari" non sarebbe stato immediato il dimagrimento... Ma ora sono passati quasi 12 mesi e ho preso altro peso! Una cosa che non ho detto è che in questi anni la mia attività sportiva è rimasta costante (escluso il 202, per cause di forza maggiore), ma l'aumento di peso, da BIA, non è dato da aumento di massa magra (e in ogni caso è la stessa attività che facevo pure prima di iniziare a prendere peso, e ho iniziato a prenderlo ben prima della "pausa forzata"!). Devo arrendermi e pensare che sono destinata a avere questi chili in più?

6 Risposte dai professionisti NutriDoc

Francesco Inzerra

La tiroide autoimmune purtroppo comporta lo stallo metabolico nonostante il TSH sia normale , non so i valori dell' anticorpo Abtpo che interferiscono con la iodazione della tirosina , la tiroide e responsabile del metabolismo ossidativo bisogna vedere che tipo di piano alimentare e anche gli apporti . Cordiali saluti

13 Settembre 2022
Fabio Medici

Buongiorno Giulia, innanzi tutto è necessario trovare un pò di tranquillità, che le sarà di aiuto anche nella gestione della tiroidite. Le è mai stata consigliata la compilazione del diario alimentare? Potrebbe essere davvero utile per tenere sotto controllo ciò che si mangia quotidianamente: molto spesso sottostimiamo quello che mangiamo, soprattutto fuori dai pasti principali. Naturalmente deve trovare una figura di riferimento (Medico Dietologo, Dietista o Biologo Nutrizionista che sia), che la segua e le stili un piano dietetico personalizzato. Cordiali saluti

14 Settembre 2022
Sandra Greco

Buongiorno cara Giulia, in questi casi la sua alimentazione deve essere assolutamente antinfiammatoria. Elimini per un paio di settimane il glutine, le caseine e il lattosio (assolutamente tutti i formaggi), oltre che le Solanacee (melanzane, pomodori, peperoni, patate). Insieme al suo dietista provi a costruire un piano nutrizionale bilanciato che escluda temporaneamente tali alimenti. Le consiglio inoltre di effettuare uno screening del microbiota intestinale e provvedere a riequilibrarlo. Per quanto riguarda l’attività fisica, si confronti con il suo personal trainer e verifichi se è il caso di aumentare gli esercizi di contro resistenza. Sandra Greco

14 Settembre 2022
Maria Massimilla

La tiroidite di Hashimoto è la causa più frequente di ipotiroidismo ed una delle malattie autoimmuni più diffuse al mondo. Questa malattia provoca alterazioni ormonali e metaboliche che possono ripercuotersi negativamente sul corpo promuovendo un aumento indesiderato del peso corporeo. Le consiglio una dieta esatta e centrata da controllare ogni 15 giorni ogni movimento e spostamento del corpo in base alla patologia Saluti dott.ssa MARIA MASSIMILLA

14 Settembre 2022
Emanuela Cominelli

Buongiorno, oltre ai suggerimenti dati dai colleghi , e non sottovalutando le conseguenze sul metabolismo provocate dalla tiroidite autoimmune , mi associo per consigliare un'alimentazione che vada a privilegiare soprattutto alimenti a basso indice glicemico e senza glutine. Tuttavia, non avendo lei dichiarato essere celiaca, non deve eliminare quelli ad alto indice e con glutine, ma solo limitarne le quantità. Cordiali saluti Dott.ssa Emanuela Cominelli

17 Settembre 2022
Linda  Micheletti

Buongiorno Giulia, Mi associo al collega che consiglia il diario alimentare per valutare il reale introito calorico giornaliero. Valuti anche di rendere l'allenamento allenante, probabilmente necessita di uno stimolo diverso al momento, ne parli con chi la segue ed eviti circuiti cardio Infiniti. Capisco che può essere frustrante impegnarsi molto e non ottenere risultati, ma non si abbatta. Cordialmente Dott.ssa Linda Micheletti

26 Settembre 2022
Foto {{ currentPhotoIndex + 1 }} di {{ photos.length }}
{{ photos[currentPhotoIndex].treatment.name }}