Nutrizione e sport

Tealda (Firenze)
2 Maggio 2022
10 Risposte

Salve. Sono una ragazza di 18 anni. Sono fortemente sottopeso. Sono alta 177 e peso 48 kg circa. Ho sofferto di DCA in pre adolescenza e sono guarita circa 2 anni dopo. La guarigione fisica non ha avuto complicazioni, neppure quella mentale. Verso metà del 2021 ho iniziato a fare esercizio fisico e eliminare cibo spazzatura: non c’erano sintomi di DCA (mangiavo di tutto e senza ansia) e ho ottenuto anche bei risultati estetici. Poi, però, ho iniziato ad allenarmi in maniera spropositata (sia allenamenti di forza che cardio + camminate, anche 3 ore al giorno o dopo ogni pasto) mangiando sempre meno. Sono arrivata a assumere 900 kcal al giorno allenandomi così tanto. Ho corroso tutti i muscoli e attualmente presento pelle flaccida sui glutei e interno coscia. A febbraio ho raggiunto un BMI di 14.3. Attualmente non ho paura di prendere peso, anzi, è il mio desiderio più grande. Faccio esercizi di forza a bassa intensità, ma ho un problema: non riesco mai a raggiungere il mio fabbisogno calorico e sopratutto i giorni di allenamento mi tornano con meno kcal rispetto agli altri. Tra poco dovrei iniziare a farmi seguire, ma in questa fase di stallo non so come gestire al meglio il rapporto tra sport e nutrizione . Assumo 50/55% di carbo, 30-35% proteine e 20% lipidi. Macronutrienti ben distribuiti e infatti ho ripreso peso abbastanza bene… Però ora come ora non arrivo mai al mio fabbisogno o al surplus calorico, perché non so come organizzarmi al meglio. Soprattutto ho notato di assumere meno kcal e carbo quando mi alleno (3 volte a settimana, bassa intensità)… consigli per raggiungere meglio i miei obiettivi? Grazie.

10 Risposte dai professionisti NutriDoc

Francesco Inzerra

Hai un apporto alimentare sbilanciato il 30 *350% di proteine non fanno altro che aumentare il consumo energetico il 30 % dell'energia proveniente dalle proteine viene speso per il processo digestione enzimatica e transaminazione e destinazione ossidativa in più hai un eccesso di scorie azotate che il fegato e il rene soprattutto devono smaltire eccessiva acidificazione e riassorbimento a lungo andare osseo . L'apporto lipidico deve essere almeno il 25%. Il tessuto adiposo e importante anche come sostegno e come organo endocrino in aggiunta anche alla corteccia surrenale che produce gran parte degli ormoni steroidei estrogeni e progesterone, inoltre l"apporto di grassi insaturi insaturi parte per la formazione delle guaine mieliniche del SNC ed encefalo . Un piano alimentare adeguato le porterà giovamento Cordiali saluti

5 Maggio 2022
Emanuela Cominelli

Buonasera, le conseguenze di un'eccessiva introduzione di proteine, sono state spiegate molto bene dal collega per cui , in considerazione di ciò, la invito vivamente a rivolgersi quanto prima ad un professionista affinchè lei possa seguire un piano alimenare ben bilanciato nei macronutrienti , strutturato in base alla tipologia di attività fisica , alla frequenza settimanale , durata oraria e momento della giornata in cui lo pratica. Cordiali saluti. Dott.ssa Emanuela Cominelli

5 Maggio 2022
Andrea Piscicelli

Ciao, mi è già capitato di seguire casi simili. In primis cerca di tenere più alti i grassi, anche al 30% seppur meglio ragionare in gr*kg, nel tuo caso anche sui 2gr*kg, in questo modo puoi alzare l'introito calorico facilmente e senza saziarti troppo. Durante l'attività potresti sorseggiare carboidrati come maltodestrine, alzerebbe facilmente l'intake di carboidrati durante l'attività fisica. Come attività cerca di tenere solo la pesistica, anche 3-4 volte a settimana non è un problema, ma senza HIIT, cardio, circuiti, solo pesistica, cercando sovraccarichi progressivi, soprattutto nei fondamentali. Si può nel caso ragionare anche in termini di altri integratori da inserire, ma in questi casi è sempre meglio analizzare meglio la situazione, per ottenere il miglior risultato. Dott.A.P.

5 Maggio 2022
Sebastian Lugli

Ciao, premesso che ti invito veramente a farti seguire al più presto per sbrogliare questa situazione (che apparentemente ha le caratteristiche della c.d. "triade dell'atleta") e prevenire problemi potenzialmente seri alle ossa, per la breve fase di transizione mi associo al collega Piscicelli nel consigliarti di introdurre più grassi: hanno il vantaggio di mettere molte calorie in poco posto quindi sono di grande aiuto per avvicinarti al tuo fabbisogno energetico. Per esempio potresti mettere molto più olio sulle pietanze, e mangiare frutta secca oleosa in abbondanza e/o burro di arachidi/pistacchi/nocciole ecc. Non ti consiglio di ridurre le proteine in questa fase, perchè comunque hai un'alimentazione fortemente ipocalorica quindi questa percentuale superiore al 30% delle calorie non significa che in termini assoluti ne stai mangiando troppe: stai solo cercando di mantenere la tua quota proteica minima come è giusto che sia per non mangiarti del tutto i muscoli. Ad ogni modo queste sono solo considerazioni generali che non sostituiscono una valutazione appropriata del tuo caso, sono sicuro che troverai un collega della tua città che ti possa seguire bene. Un saluto Sebastian Lugli

6 Maggio 2022
Raffaella Cerroni

Salve, mi associo al collega per quanto concerne il consiglio di aumentare la quota lipidica sotto forma di condimenti ( olio extra vergine di oliva) e frutta secca a guscio come spuntini della mattina e del pomeriggio.

6 Maggio 2022
Alice Morandini Rossi

Buongiorno! Credo possa essere utile un percorso con un professionista specializzato in disturbi alimentari (non perché siano presenti attuqlmente, ma per andare a scardinare alcuni automatismi alimentari che ne skno stati indotti). Indubbiamente i colleghi hanno spiegato molto bene le percentuali di macronutrienti che andrebbe rispettata. Valuterei un percorso nutrizionale, volto alla ricomposizione corporea! In caso le servisse, a Firenze ho diversi contatti! Buona giornata!

11 Maggio 2022
Maria Massimilla

Buongiorno mi associo al collega Francesco e farsi seguire con un piano adeguato per poter far salire il fabbisogno energetico e il peso e riprendere la situazione muscolare ....un piano vario ricco di nutrienti e ridurre attività fisica eccessiva !!! buona giornata Dottt.ssa MARIA MASSIMILLA

11 Maggio 2022
Nicole  Labaguer

Buongiorno, sono d'accordo con i miei colleghi e suggerisco di introdurre un quantitativo maggiore di grassi sia durante i pasti, che negli spuntini (uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio) associandoci anche dei carboidrati come della frutta oppure del pane. E' fondamentale assumere le kcal necessarie sia per il mantenimento del metabolismo basale, sia per il recupero energetico post allenamento che consiglio di fare perlopiù di tipo anaerobico (pesistica) limitando l'attività aerobica. Ti invito a rivolgerti ad un professionista preparato che possa formulare un piano alimentare adatto al raggiungimento dei tuoi obiettivi. Buona giornata Dott.ssa Nicole Labaguer

11 Maggio 2022
Roberto Soave

Buongiorno, a mio avviso metterei mano sulla quota dei lipidi, sia sottoforma di condimenti che alimenti e sull'intensità e frequenza dell'allenamento. Sarà opportuno anche un'analisi della composizione corporea puntuale e un percorso costante, senza interruzioni, con il tuo professionista di fiducia. saluti

11 Maggio 2022
Elena Fumagalli

Buongiorno Tealda, non posso che associarmi a tutti i colleghi che mi hanno preceduto. Tra l'altro mi sto specializzando nel trattamento dei disturbi del comportamento alimentare, pertanto se le può interessare un colloquio diretto, io ricevo su Firenze.

21 Maggio 2022
Foto {{ currentPhotoIndex + 1 }} di {{ photos.length }}
{{ photos[currentPhotoIndex].treatment.name }}