Proprietà ed effetti benefici degli asparagi

Gli asparagi sono ortaggi molto apprezzati per il loro gusto e per gli ottimi valori nutrizionali. Ecco quali sono le principali proprietà e benefici

Nutridoc logo
Pubblicato il 19 Maggio 2021
Redazione NutriDoc.it
asparagi

Tra i tanti ortaggi presenti durante la stagione primaverile, gli asparagi rientrano senza dubbio tra quelli più amati.

Originari dell’Asia, ma ormai da tempo molto diffusi anche nell’Europa centrale, gli asparagi sono piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, la stessa di aglio e cipolla. Da queste si distinguono per l’elevata clorofilla contenuta che conferisce il caratteristico colore verde e li rende ricchi di proprietà nutritive.

Chiamati in gergo tecnico Asparagus Officinalis, gli asparagi possono essere selvatici o coltivati e, oltre ai più comuni asparagi verdi, esistono anche quelli bianchi e quelli viola. Tra queste varietà non esistono differenze nei componenti nutritivi, ma solo nel sapore.

Gli asparagi sono sani, gustosi e dei veri alleati per il benessere dell’organismo e per la bellezza e la salute del corpo. Infatti non solo si rivelano depurativi per l’organismo, ma aiutano a contrastare la cellulite, riducono la sensazione di fame e si prendono cura della nostra pelle.

Scopriamo allora tutte le proprietà e i benefici che derivano dal consumo di questo prezioso ortaggio.

Proprietà e benefici degli asparagi

Ciò che rende gli asparagi così apprezzati da specialisti e consumatori sono sicuramente i loro valori nutritivi.

Hanno infatti pochissime calorie, solo 24 per 100 grammi, e sono costituiti per la maggior parte da acqua. Già questo fa sì che vengano considerati un alimento ottimale per chi segue una dieta ipocalorica ma anche per chi soffre di patologie come il diabete, grazie al loro basso indice glicemico

L'assenza di colesterolo e grassi saturi e la bassa quantità di sodio contenuta li rende inoltre indicati nei casi di ritenzione idrica e ipertensione. Infine, gli asparagi sono anche ricchi di fibre che aiutano il tratto intestinale, contrastando fenomeni di stitichezza e favorendo la riduzione di colesterolo e glucosio.

Nutrienti come le vitamine A, B, C ed E e sali minerali tra cui potassio, calcio, fosforo e magnesio, rendono gli asparagi fonte di proprietà antiossidanti.

Guardando allo specifico apporto vitaminico, la vitamina A è importante per i benefici soprattutto alla pelle, la vitamina C per rinforzare le difese immunitarie, mentre le vitamine E e B rispettivamente per gli effetti antiossidanti e disintossicanti.

Effetti benefici meno conosciuti sono invece quelli derivanti da potassio e magnesio, i quali agiscono sul sistema nervoso centrale contrastando sbalzi d’umore, stress e insonnia. Questo è dovuto anche alla preziosa presenza di triptofano, definito come il precursore della serotonina, il cosiddetto ormone della felicità.

Il consumo di asparagi è anche consigliato durante la gravidanza, grazie al loro elevato contenuto di acido folico che aiuta anche nei problemi legati alla sindrome premestruale.

Infine, l’asparago si può definire alleato del nostro metabolismo, grazie all’amminoacido asparagina, utile alla sintesi delle proteine, e all’inulina che è un carboidrato che ottimizza l’assorbimento dei nutrienti.

Controindicazioni degli asparagi

Dimagranti, depurativi, antiossidanti e anticellulite. Sembra che gli asparagi abbiano solo enormi benefici. Eppure, ci sono casi in cui possono presentare delle controindicazioni.

Sono da evitare senza dubbio in soggetti che presentano reazioni allergiche agli altri ortaggi appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, come aglio e cipolla.

Inoltre per i soggetti che soffrono di cistite o calcoli renali l’assunzione è consigliata previo consulto del medico, a causa della presenza di acido urico e purine che influiscono sulla funzione renale dell’ organismo.

Anche chi soffre di insonnia potrebbe sperimentare alcune controindicazioni derivanti dal consumo di asparagi, soprattutto per cena, a causa del loro potere energizzante. 

In assenza di particolari situazioni e problematiche di salute, i nutrizionisti consigliano di portare a tavola gli asparagi una o due volte a settimana, raccomandando di evitare il consumo eccessivo che potrebbe causare meteorismo e difficoltà digestive

Crudi, al vapore o lessati, ma anche fritti, alla piastra e stufati: gli asparagi si prestano a numerose modalità di cottura. Il consiglio degli esperti è però quello di prediligere il consumo da crudi o la cottura al vapore, di modo da godere di tutte le proprietà nutrizionali di cui questo prezioso ortaggio è ricco.